Ago 052007
 

Verdi falene volano
sotto nubi rosse, variegate più lunghe o corte,
Volano su rossi fiori.
Essere o non essere?
Quanto distano essere e non essere?
Non eravamo nulla io e te non contavamo nulla, eppure eravamo in due a non contare.
Eravamo in due.

Ci sono istanti tra un pensiero e il successivo,
tra una fine e un inizio
istanti tra un durante e un dopo
sono istanti che lasciano la sensazione del ricordo
tra i ricordi delle sensazioni vissute
ci sono istanti come questo
istanti distanti
e ricordi d’istanti che non morranno.

E mentre verdi falene ruotano attorno al mio zenith, e il vento muove rosse nubi variegate di ricordo ringrazio e mi inchino a chi non conta, sotto il ricordo di quella luna, di quelle stelle, delle tante parole, dei lunghi silenzi densi.

Tutto ciò che leggi qui dentro è una libera rielaborazioni di vissuti, sogni e immaginati. Non rispecchia necessariamente la mia realtà. Se chi legge presume di interpretare la mia vera persona sbaglia. Se chi legge presume che tutto sia inventato sbaglia parimenti. Se tu che leggi mi conosci, leggimi come leggeresti uno scrittore sconosciuto e non chiederti altro di diverso di ciò che chiederesti di questo.

  Nessuna risposta a “Nubi Rosse”

  1. senza parole. 🙂 semplicemente magnifiche

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© Staipa's Blog: esercizi di stile, poesia o urla. Grafica sviluppata da Marika Petrizzelli
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: