Mag 262007
 
Dopo un veloce giro di mail che io ho sottoscritto ma non iniziato, ieri è uscita questa lettera su “L’Arena” il giornale locale di Verona e credo su “Il Verona”.

Capi scout: Vanno rispettati i valori fondanti della società
(da L’Arena del 25/05/2007 pg.46)

Le esternazioni a favore di un utilizzo più disinvolto delle armi da parte delle forze dell’Ordine e soprattutto a favore della “pulizia etnica”, da parte del candidato sindaco Flavio Tosi e di alcuni esponenti della Lega Nord in suo appoggio, ci destano preoccupazione, soprattutto per la disinvolta leggerezza con cui in questa campagna elettorale simili affermazioni vengono pronunciate in pubblico e mai smentite (così ci risulta) dai protagonisti, e talvolta riportate dai quotidiani locali. (Alcuni esempi: giovedì 10 maggio, “Perché la polizia municipale gira armata? per sparare alle zanzare?”; 17 maggio, “Gentilini lancia Tosi e annuncia alla città “Ora pulizia etnica”).
Poiché riteniamo che le parole abbiano peso, e che chi si candida a rappresentare l’intera città, soprattutto quando appoggiato da alcuni dei maggiori partiti politici, non possa lasciare margini di dubbio circa il rispetto di valori fondanti di una società libera e democratica, chiediamo al candidato sindaco Flavio Tosi di dichiararsi pubblicamente e inequivocabilmente contrario ad ogni forma di pulizia etnica e di violenza armata, in generale e come politica per i prossimi anni di amministrazione, e di prendere le distanze da ogni persona che dichiari simili gravissime intenzioni. Ciò in considerazione della gravità di quanto continuamente affermato dal candidato sindaco, in pieno contrasto con i valori di fraternità internazionale e di rispetto della persona a prescindere dall’etnia, dal credo religioso, dal sesso, dall’estrazione sociale, che insegniamo ai nostri ragazzi, e non ultimo in contrasto con i valori della vocazione cristiana che ci anima. Abbiamo assistito ad una campagna elettorale dai toni particolarmente poco edificanti da parte del candidato sindaco, ed in particolare nei casi sopra citati di pessimo esempio per i ragazzi cui rivolgiamo la nostra azione educativa. Non vorremmo trovarci nella situazione di doverci vergognare, come educatori di futuri cittadini attivi e responsabili, del nostro Sindaco. Per questo rivolgiamo questa richiesta prima dello svolgimento delle elezioni del 27 e 28 maggio. Questa lettera non ha la pretesa di rappresentare tutta l’associazione Agesci veronese, che è caratterizzata da diversità di opinioni considerate un valore.
Alcuni Capi Scout dell’Agesci di Verona

Alberto Falezza; Daniele Moscogiuri; Anna Zampieri; Paola Tonin; Marta Tonin; Luca Zambelli; Silvia Corlevich; Alberto Scandola; Fabia Catalano; Francesco Patuzzi; Chiara Banelli; Giacomo Albi; Alice Vianello; AnnaGloria Caburlon; Elena Santoro; Mirko Roncari; Marco Damini; Stefano Giolo; Roberta Silvestri; Lucia Recchia; Valentina Melloni; Giorgio Carli; Bruno Rossi; Giancarlo Falezza; Stefano Avesani; Camilla Sandrini; Giordano Marconcini; Matteo Corcioni; Aldo Corcioni; Andrea Febi; Paolo Tacchi Venturi

Prontamente questa notte mi è stata inviata la seguente mail:
In seguito alla tua mail inoltratami nei giorni scorsi e oggi apparsa sul quotidiano l’arena mi sento anch’io in dovere di rispondere per far apparire la mia disapprovazione a quanto sta accadendo:
Per prima cosa non metto in dubbio che le infelici espressioni usate dal candidato sindaco Tosi e dal Signor Gentilini siano state eccessivamente audaci e sgradevoli,però voglio ribadire che il nostro compito di capi è quello di “educare al discernimento e alla scelta, perchè una coscienza formata è capace di autentica libertà” e non quello di essere portavoci strumentalizzabili e strumentalizzati di una o dell’altra parte politica.
Io non penso che un capo scout debba votare centrodestra o centrosinistra,per una frase uscita sul giornale o per l’opinione di un segretario nazionale di partito ma penso che sarebbe più opportuno che andasse a leggersi i programmi di entrambe le coalizioni e si facesse un’idea adeguata in merito.
E comunque men che meno penso che un capo scout possa e debba diventare involontaria bandiera di una associazione che raccoglie oltre che a una gran diversità di opinioni,anche una gran quantità di bambini
e ragazzi(e quindi famiglie) che non ci chiedono certamente di essere protagonisti sui giornali.
Buona strada, XXXX
Capoclan XXXX
(ex candidato al consiglio comunale per una lista di centrosinistra)

Ho pubblicato questa sua mail (togliendo il nome) per pubblicare la mia risposta a lui, la quale chiarisce (spero) la mia posizione e quella degli altri che hanno firmato tale lettera, trai quali ci sono tra l’altro alcuni tra i più stimati capo scout della provincia:
Inanzi tutto vorrei farti notale che la mail inoltratati nei giorni scorsi non è mia ma di Xxxxxxx Xxxxxxx del XXX, o quantomeno da lui è arrivata a me e io non l’ho inviata a nessuno, se la lettera pubblicata sul giornale L’Arena è la stessa pervenuta via mail (io non lo so, non sapevo neppure quando fosse uscita) [N.d.R: Ora ho controllato ed ovviamente è esattamente quella] non c’è scitto in alcun modo ne di votare a sinistra ne di non votare Flavio Tosi.
Indipendentemente dalla mia posizione politica, che per quanto ne sai potrebbe essere anche di destra, quella lettera chiede al candidato sindaco di moderare i propri termini razzisti e inneggianti alla Violenza, non chiede a nessuno ne di non votarlo. Lo trovo perfettamente coerente con i principi dello scoutismo e non credo che un capo scout possa accettare e non far nulla nel momento in cui chiunque, candidato a sindaco, giornalista, cantante o qualsiasi personaggio “in vista” faccia sfoggio e punto di forza della propria immagine sull’odio razziale.
Questo non significa che la sinistra abbia programmi che siano migliori o peggiori, anche nell’ottica dell’integrazione e della gestione dell’immigrazione, significa semplicemente che io, come chi ha scritto quella lettera esigo che prima di essere eletto (perché diciamocelo, a Verona è molto probabile venga eletto) riveda pubblicamente le sue posizioni fortemente razziste. Poi venga pure eletto, se alla maggior parte dei veronesi il suo programma odio razziale escluso va bene.

[N,d.R Dall’altra parte trovo sgradevole aver ricevuto i complimenti personali da un candidato per la circoscrizione del principale partito politico opposto a Tosi, perché mi pare evidente che costui non ha capito nulla dello spirito apartitico di questa lettera aperta e dello scoutismo]



Tutto ciò che leggi qui dentro è una libera rielaborazioni di vissuti, sogni e immaginati. Non rispecchia necessariamente la mia realtà. Se chi legge presume di interpretare la mia vera persona sbaglia. Se chi legge presume che tutto sia inventato sbaglia parimenti. Se tu che leggi mi conosci, leggimi come leggeresti uno scrittore sconosciuto e non chiederti altro di diverso di ciò che chiederesti di questo.

  3 Risposte a “Capi scout: Vanno rispettati i valori fondanti della società”

  1. Su questa lettera avrei molto da dire (sulla risposta) saccente e di chi ha la coda di paglia. Ho trovato il tuo commento da me, mi spiace che anche per te la giornata sia no. Le mie spero finiscano martedi. Ciao un saluto Fiammetta

  2. Io non sono razzista assolutamente, ma sono d’accordo che un po’ di “pulizia” a Verona si debba fare, ormai vai in centro città e ci sono solo extracomunitari che girano…
    Io ho paura a girare da sola per Verona…
    Quindi non dico certo di farli fuori, ormai quelli che ci sono vabbè, ma aiutarli ad inserirsi dando loro anche qualche aiuto pecuniario, quello no eh!!!
    C’è pieno di veronesi che fan fatica ad arrivare a fine mese, aiuta quelli prima porca vacca!!!

  3. Beh chiaramente come chi mi ha scritto la mail che ho riportato non hai capito su cosa si basa la lettera aperta, ossia uno schieramento contro la propaganda fatta attraverso la spinta all’odio razzista e la violenza.

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© Staipa's Blog: esercizi di stile, poesia o urla. Privacy Policy Grafica sviluppata da Marika Petrizzelli
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: