Ott 022018
 

Le cose cambiano nel tempo. Tutte le cose cambiano nel tempo. Si trasformano e prendono vie nuove, lati nuovi del mondo. Le cose tornano o forse non se ne sono mai andate. Ho sempre amato l’arte, la scrittura, la musica. Forse è stata lei però il mio amore. Amato inseguito strappato urlato abbandonato ritrovato rincorso deluso odiato amore. In questi ultimi quattro anni ho inseguito un sogno troppo grande, l’ho sfiorato, carezzato e lasciato andare, e per inseguirlo l’ho lasciata allontanarsi, l’ho allontanata io stesso. Si trattava sempre di creare, di comporre pezzi, di far vibrare emozioni, di scivolare nello spazio tra le anime mettendole in connessione tra loro. Devo ringraziarla di avermi atteso. Di essere rimasta silente fino ad ora, in attesa.

Riparto da un nuovo progetto. Ripartiamo in due con qualcosa di nuovo. Di nuovo nel mondo della musica. Nei testi, nel’arte con un nuovo entusiasmo. Riparto da un’amicizia riscoperta, da una roulotte in un campo semi abbandonato. Da suoni sporchi, parole gettate nel vento, sentirsi veri e fregarsene del resto. Ma con ironia. Anzi non ma con ironia, semplicemente ironicamente.  Ho deposto testi aulici e raffinati ed in cambio ne ho avuto parole taglienti e sarcasmo. Ho disposto il rock di protesta contro il nulla ed in cambio ne ho avuto poesie di scherno verso il mondo. Ho deposto le velleità di un tempo ed in cambio ne ho acquistato un paio di flauti e un kazoo.
Alla faccia del prendersi sul serio, dei sogni perduti, del rincorrere mulini a vento. Consapevoli di essere un Don Chisciotte e un Sancho Panza, consapevoli di non andare da nessuna parte ma di volerlo fare fortissimamente.
Ecco qui “Il Consorzio di Bonifica“. Forse. Magari domani cambieremo nome.



Tutto ciò che leggi qui dentro è una libera rielaborazioni di vissuti, sogni e immaginati. Non rispecchia necessariamente la mia realtà. Se chi legge presume di interpretare la mia vera persona sbaglia. Se chi legge presume che tutto sia inventato sbaglia parimenti. Se tu che leggi mi conosci, leggimi come leggeresti uno scrittore sconosciuto e non chiederti altro di diverso di ciò che chiederesti di questo.

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© Staipa's Blog: esercizi di stile, poesia o urla. Privacy Policy Grafica sviluppata da Marika Petrizzelli
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: