Staipa’s Blog

Il Blog di Stefano Giolo

La paura di fallire

Fallire. Il mondo è zeppo di paura di fallire, di provare a fare qualcosa e non arrivarci in fondo. Fallire in uno sport in cui non sei sicuro di eccellere, fallire provando ad imparare a suonare uno strumento musicale, fallire un esame all’università, fallire la scelta degli studi, fallire in un rapporto di coppia, fallire un colloquio di lavoro, fallire l’organizzazione di un viaggio ambizioso, fallire un’attività lavorativa, fallire nello scrivere un libro, fallire nel dichiarare il proprio affetto, fallire nel coltivare un fiore, fallire nel fare un dolce. Fallire.
Fallire fa paura.
Io l’ho fatto un milione di volte. L’ho fatto anche oggi. Anche ieri. Sono abbastanza sicuro che lo farò anche domani, ormai mi conosco abbastanza per conoscere dove andrò a schiantarmi miseramente, come mi sentirò, quale sarà il livello di sofferenza.

Continua a leggere

Sulle persone che amano la montagna

Ci sono tre sport che amo in questo periodo. Ne ho fatti molti, più di quanti potrei ricordarmi cercando di fare un elenco in questo momento, non sono mai stato un patito di nessuno di questi, forse dell’atletica leggera a suo tempo. Gli sport che amo in questo periodo sono nell’ordine il running, la subacquea e il trekking. Ognuno ha il suo perché nell’economia della mia vita, ognuno ha il suo ruolo specifico.
Il running lo vivo come espressione massima di solitudine. Lo vivo così un po’ perché non sopporto molto di dover andare al ritmo di qualcun’altro che sia più o meno veloce di me. E non sopporto molto l’idea di costringere qualcun’altro al mio ritmo. Facendo running ho modo di pensare, di ragionare, di estraniarmi dalla realtà e osservando solo quei due metri che separano me dai prossimi tre passi lasciare fluire il tempo.

Continua a leggere

La mia prima volta (La vita)

<- La mia prima volta

Quando Marco mi fece provare non sembrava nulla di che. Alla fine lo facevano tutti, o almeno lo facevano le persone che io ritenevo le più intelligenti, le più sensibili, quelle di cui preferivo circondarmi. Ero un ragazzo, eravamo tutti ragazzi e sembrava una cosa figa.
Provi. Tanto hai tutta la vita davanti, anzi ai tuoi piedi. Perché a quell’età non hai idea di cosa sia la vita ne davanti ne dietro, sai cos’è l’oggi, l’adesso. Il domani tuttalpiù è il tempo che ti separa tra l’adesso e un evento interessante. Non sapevo ancora che un giorno sarebbe diventato un mondo di possibilità, di scelte, di fatica, fino a quel giorno non esisteva, e basta.
Il gioco è stato divertente, quando me lo ha proposte mi sono chiesto “cosa succede se provo? Cosa se non provo?”. L’unica risposta che mi sono dato è che se non lo avessi fatto sarei stato uno sfigato, che Marco non mi avrebbe considerato all’altezza.

Continua a leggere

Power Balance, la fiera dei gonzi

Fonte: ATTIVISSIMO

L’Autorità garante della concorrenza in Italia ha “avviato un’istruttoria per una ‘possibile pratica commerciale scorretta’ nei confronti delle società che distribuiscono il prodotto che promette ‘forza ed equilibrio'”, ha annunciato l’ANSA.
Le due società, Power Balance Italy e Sport Town, “attribuiscono ai colorati braccialetti di silicone e di neoprene […] effetti positivi sull’equilibrio, sulla forza, sulla flessibilità e sulla resistenza fisica di chi li indossa.” Ora hanno quindici giorni di tempo per documentare scientificamente che quello che dicono è vero e dimostrare che i braccialetti non hanno controindicazioni.

Ma mi permetto di dissentire. Il braccialetto Power Balance funziona. Semplicemente, le due società hanno sbagliato classificazione merceologica: dovevano collocarlo fra gli strumenti per la rimozione del piumaggio dei volatili.

Continua a leggere

Daito Ryu Aikijujutsu

Da qualche settimana ho iniziato a fare regolarmente allenamento di Daito Ryu Aikijujutsu un arte marziale tradizionale giapponese spiegare bene di cosa si tratta mi è ancora difficile in quanto sto imparando anche che cosa essa sia e come è giusto comportarsi sul Tatami, il “tappeto” su cui avvengono gli allenamenti .

Posso però dire che mi aspettavo (visto da fuori) che tale genere di sport fosse una cosa diciamo “non per tutti” invece con un buon Sensei (Maestro) la cosa è molto meno difficile di quanto appaia.
Per chi volesse avvicinarsi a questo genere di disciplina consiglio se di Verona di venire a vedere qualche allenamento è davvero non solo uno sport, ma davvero un intero mondo affascinante, fatto non solo di tecniche ma di storia tradizionale, di esperienze di migliaia di persone nel

Continua a leggere

Varie….

Non scrivo da un po’ ma sono stato “travolto” da mille eventi e il tempo libero sta latitando. Forse dovrei emettere un mandato di cattura in modo da riuscire ad averne un po’…
Ma tanto poi si sa che il tempo libero lo occupo quindi va bene così.
Prosegue il lavoro tra tensioni e assunzioni scelte in modi dubbi, anzi forse neppure tanto dubbi…
Prosegue la mia vita musicale dove finalmente sembra avvicinarsi alla concretezza la nascita di quello che dentro di me ho sempre chiamato il “Progetto M Style”, nella mia vita scout finalmente sono nel pieno di una “botta di vita” finalmente di nuovo nell’entusiasmo di fare, scoprire, vivere ora con i piccoli lupetti invece che con gli adolescenti del reparto.
Ho inizato a fare Jujitzu, sto per completare il corso Advanced SSI di subacquea…
si insomma sono un po’ occupato, ma… ma soprattutto accanto a me c’è una persona importante che rende ogni giorno speciale, e che mi fa sorridere, pensare, sentire a casa.

Continua a leggere

Le cose cambiano

Sono solo a casa, da qualche giorno, ancora per diversi giorni.
La casa deserta, girando per la casa ci sono diversi mondi.
Camera mia sconvolta, disfata, in disordine, il letto sfatto.
Il salotto in ordine, pronto ad accogliere.
La cucina in fermento, ordinata, pulita ma con ancora il profumo del cibo appena cucinato, ho preparato il panino per domani, con la cotoletta e l’insalata, ho preparato la cena, carne cotta ai ferri col vino rosso, verdura.
Le tartarughe ed i pesci che mangiano felici, l’orto bagnato e sistemato.
Camera mia in disordine.
Mondi. Mondi distinti.
Il mio mondo dentro, quello che vedo io, e i mondi esterni.
Ascolto ad libitum “Alessandra” di Biagio Antonacci, di quando Biagio era un po’ più… vero forse.
Non ha nulla a che fare con il mio stato d’animo ma è sempre stata una canzone di “pausa” di riflessione.

Continua a leggere

Un calcio al calcio.

Lo so, sono in ritardo sugli eventi, si è già parlato, riparlato e straparlato della situazione attuale del mondo del calcio, degli stadi chiusi, della violenza e della morte.
Io provo come molti sdegno.
Mi chiedo come nel 2006 gli esseri umani siano ancora così stupidi e violenti e incapaci di comprendere le conseguenze delle situazioni che mettono in atto.
Mi chiedo come sia possibile che il solo sentirsi in gruppo faccia scattare nelle teste malate di certa gente il desiderio di fare simili azioni. Gente che per lo più se la trovi da sola non ha neppure le palle per esporsi.


Continua a leggere

Campioni del mondo.

Campioni del mondo…. io non seguo il calcio, credo che prima di qusto mondiale l’ultima partita che ho visto risalga ai mondiali del 98, neppure del 2002, del 98. Non lo seguo e mi annoia… Eppure queste ultime due le ho viste e mai avrei pensato di buttarmi a urlare e ballare in piazza bra dentro la fontana….
Eppure.. eppure anche questa volta ho dovuto ricredermi sulla bellezza del tifo, o quantomeno sull’intelligenza dei tifosi. Anche questa mattina sento la gente tutta contenta dell’unità e della fratellanza che porta il calcio (“il più bello sport del mondo”), e nessuno se ne frega qualcosa delle scenografie delle opere in arena che sono state distrutte, un carro dell’opera “I Pagliacci” buttato nella fontana, tentativo di appiccare un incendio davanti alla gran guardia, cartelli stradali devastati… e tutto questo per cosa?

Continua a leggere

Scroll Up

Questo sito usa cookies per fornirti la migliore esperienza. Se sei d'accordo clicca sul tasto 'Accetta cookies', altrimenti controlla la privacy cookies policy e scegli nel dettaglio.

Impostazioni Cookie

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire su questo sito Web. Fai clic sul pulsante "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.

FunzionaliQuesto sito utilizza cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per farlo funzionare.

AnaliticiQuesto sito utilizza cookie analitici per consentire di analizzarne l'uso e le visite alle pagine allo scopo di migliorare l'esperienza utente.

Social mediaQuesto sito web inserisce cookie di social media per mostrarti contenuti di terze parti come YouTube e Twitter. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AltriQuesto sito inserisce cookie di terze parti da altri servizi di terze parti che non sono analitici, social media o pubblicitari.