Staipa’s Blog

Il Blog di Stefano Giolo

Capi scout: Vanno rispettati i valori fondanti della società

Dopo un veloce giro di mail che io ho sottoscritto ma non iniziato, ieri è uscita questa lettera su “L’Arena” il giornale locale di Verona e credo su “Il Verona”.

Capi scout: Vanno rispettati i valori fondanti della società
(da L’Arena del 25/05/2007 pg.46)

Le esternazioni a favore di un utilizzo più disinvolto delle armi da parte delle forze dell’Ordine e soprattutto a favore della “pulizia etnica”, da parte del candidato sindaco Flavio Tosi e di alcuni esponenti della Lega Nord in suo appoggio, ci destano preoccupazione, soprattutto per la disinvolta leggerezza con cui in questa campagna elettorale simili affermazioni vengono pronunciate in pubblico e mai smentite (così ci risulta) dai protagonisti, e talvolta riportate dai quotidiani locali. (Alcuni esempi: giovedì 10 maggio, “Perché la polizia municipale gira armata?



Continua a leggere

Contrapposizioni …..infine ecco la "fine".

Contrapposizioni, Il Filo Edizioni è il mio primo libro edito. Vincitore di una targa e un diploma di merito al Premio Internazionale di Poesia “San Domenichino” Città di Massa è in fine giunto a scadenza del contratto.

Sarà reperibile nelle principali librerie di Verona (in particolare da Gheduzzi e al Gelso) e ordinabile in tutte le librerie italiane ancora per qualche settimana e poi non ne sarà più garantita la reperibilità.

Dalla Prefazione:
Stefano Giolo osserva la vita attraverso un caleidoscopio di poesia che riporta le immagini di un mondo complesso. La vita appare nei suoi versi come il teatro dalle apparenti contraddizioni, in un palcoscenico di carta Stefano Giolo mette in scena l’assurdo che regola la percezione dell’essere ingabbiandola a priori in griglie di senso prestabilite. Una silloge fatta di vetri che come echi di pensieri s’infrangono nell’anima riflettendo e ricomponendo una realtè nascosta, della quale egli tenta di rivelare le profonde contraddizioni intrinseche ai diversi punti di osservazioni che si decide di adottare per comprenderla.



Continua a leggere

Veronica Marchi

Dato che non ho ancora mai parlato di musica sul blog, cosa più o meno assurda per chi mi conosce ho deciso di iniziare anche a parlare di musica. Oggi parlerò di Veronica Marchi. Bel personaggino.
Veronica è una cantautrice di Verona, ancora poco conosciuta a livello nazionale, ma che si sta creando piano piano il suo spazio anche con collaborazioni con artisti come Niccolo Fabi. Ricordo ancora la prima volta che ho avuto occasione di ascoltarla, all’assemblea d’istituto Marconi-Montanari nel dicembre 1997, all’epoca era rasata a zero. Negli anni ho avuto occasione di criticare aspramente la sua musica e di stimarla.


Continua a leggere

da "l'Arena"

La silloge del giovane musicista alla Gheduzzi «Contrapposizioni» nella poesia di Giolo Prima di tutto il ritmo. Chissà se è un caso che il giovanissimo Stefano Giolo, veronese, classe 1982, suoni il sassofono nel gruppo latin rock jazz «Raku Quintet»: la sua prima prova poetica, intitolata «Contrapposizioni» (Edizioni Il Filo, pp. 103, euro 12), sembrerebbe proprio smentire la casualità. Si tratta infatti di un’agile raccolta dai tempi più vari che si caratterizza e che trova il suo elemento unificante nella musicalità: intesa non nel senso di una scelta metrica precisa, quanto come «orecchio», come naturale talento che il giovane poeta rivela nell’accostamento di termini che, vicini, producono di per sé una suggestione. Ce lo lascia intendere del resto l’autore stesso, nel capitolo VIII, che si intitola «Poesia. Per me».

Continua a leggere

Schegge verso il futuro

Dopo numerosi scontri con personaggi quali assessore alle politiche giovanili, informagiovani, assessorato alla cultura, tutte le librerie del centro, fnac e altro ho finalmente trovato chi sia disposto ad organizzare una serata o se va bene una serie di serate artistiche per i giovani, per ora Veronesi: il Centro di Aggregazione Giovanile del Saval.
Il progetto partirà presumibilmente nell’ottobre di quest’anno e la sua organizzazione inizierà ai primi di settembre.
Da decidersi sono le modalità.
Attraverso questa cooperativa che lavora sul territorio per i giovani (forse) dovremmo poter avere la forza per avere dei piccoli finanziamenti dal comune attraverso i quali fare un minimo di pubblicità in anticipo con lo scopo di invitare i giovani a presentarsi a noi per mostrare i loro materiali.
Ovviamente sono invitati tutti gli artisti di schegge di cristallo che volessero o potessero presenziare (anche non veronesi) in quanto cercherò di fare in modo che l’organizzatore sia denominato “Schegge di Cristallo” e non “Stefano Giolo” ovviamente con l’appoggio collaborazione eccetera del Centro di Aggregazione Giovanile del Saval.

Continua a leggere