Staipa’s Blog

Il Blog di Stefano Giolo

Come riconoscere una Fake News?

Tempo di lettura 2 minuti

Il tema delle Fake News oggi più che mai è di attualità. Se un tempo potevano quasi sempre essere relegate al termine meno pesante di bufala o di leggenda metropolitana, trasmettendosi quasi sempre per via orale da persona a persona oggi anche grazie ai social media e ai social network queste notizie si espandono in maniera così veloce che è stato coniato il termine virale. E da qualche tempo abbiamo pure imparato quanto il termine scelto sia appropriato.

Mi capita sempre più spesso che qualcuno mi invii una notizia e mi chieda se è vera o falsa. Non è un lavoro che mi piaccia fare e di Debunker è pieno il mondo. Più esperti di me, più conosciuti di me. Però noto con piacere che la sete di sapere come riconoscere una fake news è grande. Sarebbe bello poter costruire un sito o un sistema nel quale io inserisco una notizia e lui mi dice se è vera o falsa, no? In realtà per certi versi esiste, se si è disposti ad attendere qualche giorno prima di condividere con tutti i conoscenti la notizia, basta saper cercare e più avanti vedremo come. Spesso però è facile riconoscere una fake news anche a colpo d’occhio.

Quello che vorrei fare è raccogliere una certa quantità di strumenti in una serie di articoli che pubblicherò a partire da oggi. Verranno condivisi sui miei profili social, ma avranno una fruibilità maggiore sul sito (www.staipa.it) in quanto conterranno spesso immagini, o grafici collegati ai contenuti testuali.
Non saranno difficili da leggere, e avranno un target non eccessivamente tecnico. Non realizzerò un numero di articoli prefissato, sono però interessato a ricevere domande che possono venire da parte di chi legge. Potete farle sui miei profili social, usando i contatti del sito o nel modo che preferite.
Non risponderò a domande come “questa notizia è vera?” o a provocazioni di alcun genere, non è lo scopo di questi articoli. Lo scopo è rendere i lettori via via più in grado di rendersi autonomi nel distinguere con la propria testa se una notizia possa essere affidabile o meno. Sta poi a loro stessi valutare se le notizie siano vere o false.
Non esistono formule magiche o metodi perfetti, ma esistono una serie di strumenti e di ragionamenti che ognuno può utilizzare in autonomia per farsi un’idea più ampia e ragionare.

Quello che vorrei fare è aiutare il formarsi di una cultura di pensiero critico, che ci porti a dubitare ma anche a cercare le informazioni per risolvere tali dubbi in maniera proficua, senza cadere dalla padella del dubbio alla brace del complottismo.

A presto.


Conferenze

Sono disponibile per l'organizzazione di conferenze su Uso consapevole delle tecnologie, e su Come riconoscere le Fake News, o altri temi analoghi. Potete contattarmi attraverso i miei contatti su questo sito. Le conferenze possono essere declinate per formazione per adolescenti, formazione per genitori o formazione per insegnanti. Potete visitare l'apposita pagina Conferenze e Corsi per maggiori informazioni.

2 thoughts on “Come riconoscere una Fake News?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa cookies per fornirti la migliore esperienza. Se sei d'accordo clicca sul tasto 'Accetta cookies', altrimenti controlla la privacy cookies policy e scegli nel dettaglio.

Impostazioni Cookie

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire su questo sito Web. Fai clic sul pulsante "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.

FunzionaliQuesto sito utilizza cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per farlo funzionare.

AnaliticiQuesto sito utilizza cookie analitici per consentire di analizzarne l'uso e le visite alle pagine allo scopo di migliorare l'esperienza utente.

Social mediaQuesto sito web inserisce cookie di social media per mostrarti contenuti di terze parti come YouTube e Twitter. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AltriQuesto sito inserisce cookie di terze parti da altri servizi di terze parti che non sono analitici, social media o pubblicitari.