Staipa’s Blog

Il Blog di Stefano Giolo

Come funzionano la propaganda no-vax e quella pro-putin?

Fino a qualche anno fa le fake news erano solamente leggende metropolitane. Ne ho analizzato la differenza nell’articolo Come riconoscere una Fake News? Con l’avvento di Internet e dei social network la situazione però è cambiata e tutto quello che prima era una chiacchierata al bar è diventata progressivamente una forma di propaganda globale che impatta su una grossa fetta di popolazione con risultati allarmanti, soprattutto perché La percezione della realtà nei social è spesso diversa dalla realtà. Ma chi è che si occupa di mettere in giro e sfruttareContinua a leggere…Come funzionano la propaganda no-vax e quella pro-putin?

Festa della donna? Non esattamente

Oggi è l’8 marzo, in Italia chiamiamo questa giornata festa della donna, un momento per festeggiare le tanto bistrattate donne, per spendere un po’ di soldi in mimose, ristoranti e feste. E poi? E poi il giorno dopo tornare al vecchio comune vivere. Ci sono delle storture in tutto questo. Innanzi tutto, il nome. Perché dovrebbe essere una festa? Che cosa esattamente dovremmo festeggiare? Nel resto del mondo l’8 marzo non è la festa della donna, ma la Giornata internazionale della donna. Ma noi siamo la nazione che rinomina titoliContinua a leggere…Festa della donna? Non esattamente

Guerra Ucraina

Sull’Ucraina, sui poteri forti, sui grandi progetti occulti

Qualche settimana fa avevo ricominciato a scrivere articoli, ho alcuni “titoli” già pronti da riempire e un po’ di materiale. La verità però è che non ho troppa voglia di scrivere. Tornerò nelle prossime settimane con un po’ di materiale. Ho dato un nuovo stop inizialmente per problemi personali e ora perché la situazione mondiale mi crea qualche difficoltà di concentrazione.C’è qualcosa però che ci tengo a scrivere, e che va scritto ora, non tra una settimana o tra un mese. O forse che andava scritto già qualche giorno fa.Continua a leggere…Sull’Ucraina, sui poteri forti, sui grandi progetti occulti

Fai da te le tue ricerche

Siamo ormai da tempo nell’era dell’informazione, la tecnologia permette di condividere il sapere in tempi estremamente ridotti, tutto corre e sembra sempre più alla portata di tutti farsi un’opinione, capire, studiare, scavare nella conoscenza e così sono tanti quelli che non si fidano, quelli che fanno da sé le proprie ricerche. Il discrimine però tra fare queste ricerche in maniera accurata e farle in maniera superficiale però è spesso lo stesso discrimine tra scoprire una (probabile) verità e convincersi di una grande castroneria. A questo punto come si fa aContinua a leggere…Fai da te le tue ricerche

Cos’è il Deepfake?

Quella che chiamiamo Intelligenza Artificiale, non è affatto quello che pensa la gente comune. Non ancora almeno. Tuttavia, un’intelligenza artificiale in genere è un sistema in grado di prendere decisioni in maniera autonoma e senza intervento esterno e possibilmente di apprendere e crescere. Questo tipo di tecnologie, se ben usate, saranno in grado presto di migliorare il nostro mondo prendendo decisioni in frazioni di secondo dove noi non siamo in grado di prenderle. Salvarci da un incidente automobilistico, controllare un aeroplano quando il pilota avesse dei problemi, correggere i movimentiContinua a leggere…Cos’è il Deepfake?

Esiste un modo per rispondere a un attacco informatico?

La risposta incredibilmente è sì. Soprattutto se si tratta di social engineering (https://wp.me/pQMJM-2go).Se tralasciamo quei tipi di attacco che vanno prevenuti attraverso l’uso di dispositivi aggiornati e di antivirus, come ho spiegato in Perché un criminale informatico dovrebbe scegliere proprio me? (https://wp.me/pQMJM-22w) esistono parecchi tipi di attacco che riguardano la sfera prettamente psicologica. Nell’articolo sul social engineering in particolare ho spiegato la filosofia di questo genere di attacco. Ma c’è qualcosa che possiamo fare per opporci? Non solo per rendere inefficace il tentativo ma proprio per ritorcerlo contro l’attaccante? IntantoContinua a leggere…Esiste un modo per rispondere a un attacco informatico?

Perché é necessaria un’educazione all’uso delle tecnologie

Il bisogno di una forte educazione all’uso delle tecnologie è un argomento che sostengo da ormai molto tempo. Non è solo questione di ignoranza o di stupidità, anzi non è quasi mai la causa principale (Stupidità e ignoranza non sono la causa. https://wp.me/pQMJM-1Zy). Il problema è essenzialmente che ci siamo dimenticati quanto sia importante imparare a usare uno strumento, prima di iniziare a usarlo. Credo che tutti conoscano Corrado Augias: ha scritto 41 libri, ha ricevuto le onorificenze di grande ufficiale dell’ordine al merito e cavaliere di gran croce dell’ordine alContinua a leggere…Perché é necessaria un’educazione all’uso delle tecnologie

Quando siamo estremamente divisivi è probabile siamo vittime di Fake News

Viviamo in un mondo complesso, e molti chiamano quella che stiamo vivendo l’era dell’Informazione.Tutto ci viene fornito apparentemente su un piatto d’argento e abbiamo la netta impressione di essere in grado di reperire qualunque informazione di cui abbiamo bisogno. Nel tempo però è diventato sempre più difficile distinguere informazioni vere da informazioni false.La stessa convinzione di poter reperire qualunque informazione tuttavia sembra stia causando una maggiore radicalizzazione delle idee. Vale per quelle religiose dove non esiste solo una radicalizzazione delle correnti islamiche ma anche di molte correnti cattoliche o religioseContinua a leggere…Quando siamo estremamente divisivi è probabile siamo vittime di Fake News

Stupidità e ignoranza non sono la causa.

Leggevo una discussione su un gruppo che si occupa di scienza. La domanda a far partire la discussione era fondamentalmente quali fossero dei possibili metodi di contrasto alla diffusione di tesi complottiste, prendendo come spunto meramente esemplificativo quelle No-Vax. Ovviamente lo stesso meccanismo può applicarsi a gran parte delle tesi di complotto in cui vi sia un legame con la scienza (medicine alternativie, 5G, elettrosensibilità, determinate intolleranze alimentari, macchinari per produrre o prevedere terremoti, macchinari per controllare il meteo, HAARP, e chi più ne ha più ne metta). Una delleContinua a leggere…Stupidità e ignoranza non sono la causa.

WhatsApp, nuova funzione anti Fake News

WhatsApp oltre a essere l’applicazione di messaggistica più usata in Italia e in molte parti del mondo, è fisiologicamente uno dei principali vettori di diffusione delle Fake News. Già lo scorso anno gli sviluppatori dell’applicazione avevano aggiunto un blocco sul numero degli inoltri che è possibile fare per un singolo messaggio, lo scopo era quello di rendere più difficile, per una notizia diventare virale (anche se questo termine oggi non è così bello da usare). Lo scopo è stato raggiunto in termine di una grossa diminuzione di invio dei messaggiContinua a leggere…WhatsApp, nuova funzione anti Fake News

Tre miei articoli sulle Fake News sul sito Cicap Veneto.

Sul sito del Cicap Veneto, https://veneto.cicap.org/ potete trovare tre miei articoli sulle Fake News: “Come sono fatte le Fake News“: https://veneto.cicap.org/?p=3382 “Come riconoscere le Fake News“: https://veneto.cicap.org/?p=3383 “Strumenti tecnici di indagine sulle Fake News“: https://veneto.cicap.org/?p=3384 Qui in generale gli articoli che ho scritto e che scriverò: https://veneto.cicap.org/tag/stefano-giolo/ Se vi va di leggerli e di condividerli ben venga, se siete incuriositi dal Cicap e non lo conoscete… Il Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze (CICAP) è un’organizzazione di volontari, scientifica ed educativa, che promuove un’indagine scientifica e critica neiContinua a leggere…Tre miei articoli sulle Fake News sul sito Cicap Veneto.

Come riconoscere una Fake News? Parte 6: Strumenti di indagine per le immagini

Dopo aver approfondito e capito come funzionano le Fake News e come riconoscerle e come comportarsi a fronte dell’esserci incappati abbiamo iniziato a vedere gli strumenti tecnici che possiamo usare per indagare sulle Fake News. Molto spesso, per convincere della veridicità di una notizia vengono usate come prova delle foto. Sicuramente è il metodo più sicuro per convincere, ma spesso è anche il metodo più veloce per farsi scoprire.Nella gran parte dei casi sono i piccoli dettagli a farci scoprire l’inganno e non è assolutamente facile dare un metodo utileContinua a leggere…Come riconoscere una Fake News? Parte 6: Strumenti di indagine per le immagini