Staipa’s Blog

Il Blog di Stefano Giolo

Immuni: l’app anti Covid-19. Attiva in tutta Italia.

Tempo di lettura 3 minuti

Da oggi Immuni (https://www.immuni.italia.it/) è attiva in tutte le regioni, ho già analizzato e spiegato in un precedente articolo (https://wp.me/pQMJM-1UW) perché non è da ritenetsi pericolosa e non è in grado di violare nessun dato sensibile, neppure la nostra posizione.

Un veloce riassunto per i pigri:

  • Non invia dati a server se non quando il medico ci dichiara malati, in quel caso manda solo delle stringhe casuali di testo che non contengono dati legati alla persona
  • Non registra la nostra posizione
  • Non conosce nome indirizzo e nessun dato privato dell’utente
  • Chiunque può visionare e verificare i codici sorgenti (è opensource)

Aggiornamento del 16/06/2020: qualcuno mi scrive lamentandosi che l’app richiede i permessi di geolocalizzazione: in alcune versioni di Android più datate potrebbe comunque chiedere il permesso di “Localizzazione” che era legato all’utilizzo del bluetooth“. Per le altre Immuni funziona comunque solamente con la geolocalizzazione attiva. Una funzione considerata fondamentale perché Android gestisce in un solo permesso le due funzioni, ma che non permette comunque all’app Immuni di acquisire le informazioni di localizzazione. Se avesse il permesso di utilizzarle in fase di installazione verrebbe richiesta tale funzionalità in maniera esplicita, cosa che non accade. Andando nelle impostazioni di sistema a verificare quali app usino la geolocalizzazione non troverete Immuni, in compenso probabilmente troverete diverse altre app che non vi aspettate.

Ma ovviamente sul mio articolo (https://wp.me/pQMJM-1UW) tutto questo è spiegato in maniera più esaustiva, e anche sul sito dell’app (https://www.immuni.italia.it/).

Su quali smartphone si può installare Immuni?

  • Android: il dispositivo deve avere il Bluetooth Low Energy, il sistema operativo aggiornato ad Android 6.0 o superiore, Google Play Services aggiornati alla versione 20.18.13 o superiore. Ma in generale la gran parte degli smatphone di pochi anni fa è normalmente compatibile. I problemi che ci sono stati inizialmente con alcuni smartphone Huawei dovrebbero essere risolti.
  • iPhone aggiornato a iOS 13.5 (supportato da iPhone 11, 11 Pro, 11 Pro Max, Xr, Xs, Xs Max, X, iPhone SE (seconda generazione), iPhone 8, 8 Plus, iPhone 7, 7 Plus, iPhone 6s, 6s Plus, iPhone SE (prima generazione).

L’app si scarica dal Google Play Store o l’App Store. Attenzione al logo:

Ci sono stati casi di utenti che hanno scaricato l’app sbagliata.

Perché scaricare Immuni?

Essenzialmente perché la pandemia non è finita. Il rischio di un ritorno c’è, soprattutto considerato che molti italiani ora si stanno già comportando come se niente fosse.
Quello qui sotto è l’andamento delle morti del’influenza spagnola. Non solo c’è stato un picco inaspettato, ma quello che era il primo picco è qello minuscolo a sinistra a inizio 1918. Il secondo è quello enorme. E ce ne è stato un terzo.

Roberto Burioni on Twitter: "Per farle passare l'arrabbiatura le ...
Andamento morti influenza spagnola

Questo non significa che ci sarà un secondo picco, oggi cento anni dopo l’influenza spagnola siamo sicuramente più pronti e più tecnologicamente avanzati, ma è proprio usando gli strumenti tecnologici che possiamo prevenire un secondo picco. Se saremo in grado di tracciare velocemente eventuali nuovi focolai potremo essere in grado di evitarlo. L’app Immuni ha esattamente questo scopo.

Con buona pace di chi grazie ai risultati ottenuti è convinto che gli sforzi siano stati eccessivi e inutili.

Se abbiamo passato momenti difficili, se siamo arrabbiati per le perdite umane ed economiche che abbbiamo avuto, se c’è un modo per evitare di tornare indietro, sfruttiamolo.

Disclaimer

Tutto ciò che leggi qui dentro è una libera rielaborazioni di vissuti, sogni e immaginati. Non rispecchia necessariamente la mia realtà. Se chi legge presume di interpretare la mia vera persona sbaglia. Se chi legge presume che tutto sia inventato sbaglia parimenti. Se tu che leggi mi conosci, leggimi come leggeresti uno scrittore sconosciuto e non chiederti altro di diverso di ciò che chiederesti di questo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll Up

Questo sito usa cookies per fornirti la migliore esperienza. Se sei d'accordo clicca sul tasto 'Accetta cookies', altrimenti controlla la privacy cookies policy e scegli nel dettaglio.

Impostazioni Cookie

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire su questo sito Web. Fai clic sul pulsante "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.

FunctionalOur website uses functional cookies. These cookies are necessary to let our website work.

AnalyticalOur website uses analytical cookies to make it possible to analyze our website and optimize for the purpose of a.o. the usability.

Social mediaOur website places social media cookies to show you 3rd party content like YouTube and FaceBook. These cookies may track your personal data.

AdvertisingOur website places advertising cookies to show you 3rd party advertisements based on your interests. These cookies may track your personal data.

OtherOur website places 3rd party cookies from other 3rd party services which aren't Analytical, Social media or Advertising.