Staipa’s Blog

Il Blog di Stefano Giolo, divulgazione informatica, uso consapevole tecnologia, e fatti miei

Nathalie Giannitrapani

Tempo di lettura 2 minuti

Come di consueto dopo un po’ di ascolti un’artista che mi colpisce poi la recensisco, ne parlo, ne do tributo.
Questa volta è Nathalie. Si, per il secondo anno dopo Noemi devo ammettere che da x-factor è uscita un’altra artista che mi emozione. Forse più di Noemi.
Nathalie.

Devo ammettere che il primo ascolto è stato dovuto al vedere per caso questa ragazzina (in realtà ha 31 anni) per puro caso su MTV. Io che la TV non la guardo quasi mai, e MTV ancor meno.
Zapping, e poi questi occhietti azzurri, bah fermiamoci a vedere questa nuova sconosciuta. Dopo una breve intervista si mette al pianoforte e canta.
Pelle d’oca.
Poco dopo sarebbe andata a san remo, ma poco dopo, prima di sanremo, avevo già tra le mani il suo primo mini cd.
In punta dei piedi.
Partiamo appunto da “In Punta di Piedi”, che poi (aimè) è il singolo che l’ha lanciata ad x-factor. Il ritmo.. il ritmo mi ricorda inesorabilmente lo stile che avrei voluto dare ad “Eri qui”, l’unica canzone che mi sia mai messo di impegno a scrivere. Ma ovviamente lei l’ha scritta ad un livello di mille spanne sopra a quello che avrei mai potuto fare io.
Già perché contrariamente a tante delle cantanti di moda oggi lei le canzoni se le scrive.
Subito dopo “Cornflake Girl” di Tori Amos…. sarà che io fin da piccolo avevo una passione smodata per Tori, sarà che anni fa dicevo “se incontro una donna che sa cantare e suonare il piano come Tori Amos la sposo a scatola chiusa” ma un po’ mi ha stupito e con scetticismo ho iniziato ad ascoltare fino ad avere di nuovo ancora la pelle d’oca, mi è parso incredibile, assurdo ma per la prima volta ho sentito un interpretazione davvero migliore di quel brano. Si non è uno dei migliori di Tori, è solo il più conosciuto ma le variazioni di voce che Nathalie ci fa… passando da una voce similissima all’originale ad una più dolce, ad una rauca quasi urlata alla Marilyn Manson (si si non mi piace Manson, ma devo ammettere che la voce che usa in alcune interpretazioni ci sta tutta, vedesi Sweet Dream), alla rock grezza e roca da Brian Adams… il tutto in un solo brano.

Poi passa a intepretazioni di brani come “Tu che sei parte di me”, “Fortissimo”, “Piccolo uomo” confrontandosi con grandi artiste e battendosi praticamente alla pari.

L’album l’ho preso poco dopo, anche lì brani stupendi e interpretazioni notevoli, cambi di voce e di stile ogni poche note, melodie ed arrangiamenti mai banali.
Il brano portato a San Remo poi  credo fosse decisamente azzeccato, non il suo più commerciale, ma uno dei più ben costruiti e ingegnati, elegante e leggermente cervellotico, adatto a mostrare una voglia di far buona musica e buon successo senza però scadere nei cliché del commerciale.

Notevole. Notevoli le interpretazioni.

Spulciando qua è la ho trovato “You’ll follow me down” degli Skunk Anansie cantata da lei e Skin, con risultati di invidiabilie livello intrecciando la sua voce a quella della cantante originale. Unica pecca forse l’acutino finale….

E cercando ancora ho trovato il suo passato nei “Damage Done” con cui a suo tempo ha fatto un album che ha riscosso un discreto successo nella critica metal.

Insomma un’artista che spazia, che sa essere dolce ed aggressiva, che sa metterci del suo e creare. Credo che nel panorama italiano fosse un po’ che non appariva qualcuno.

Spero che il mercato l’aiuti a continuare su questa strada e a mostrare la sua vena artistica senza essere costretta a svendersi.

In bocca al lupo.


Nathalie & Skunk Anansie – You’ll follow me down… di TheResearcher80

Conferenze

Sono disponibile per l'organizzazione di conferenze su Uso consapevole delle tecnologie, e su Come riconoscere le Fake News, o altri temi analoghi. Potete contattarmi attraverso i miei contatti su questo sito. Le conferenze possono essere declinate per formazione per adolescenti, formazione per genitori o formazione per insegnanti. Potete visitare l'apposita pagina Conferenze e Corsi per maggiori informazioni.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato quando verranno create nuove pagine o eventi su staipa.it

Unisciti a 708 altri iscritti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *