Staipa’s Blog

Il Blog di Stefano Giolo

Non ce la posso fare.

Tempo di lettura 1 minuto

Non ce la farò mai.
Non ce la sto già più facendo.
Impazzirò comunque sia, con o senza te, con o senza me.
Non ce la farò mai.
Intanto scivolo.
Qualcuno mi prenda se vuole perché non ho voglia di prendere appigli.
Ma chiudo qui un sogno, chiudo una vita sognata, una vita illusa.
Chiudo.
Chiudo un cuore con dentro tante, troppe cose, tanto da scoppiare.
Scoppiare.
E brucia.
E emergono i sogni ancora a brandelli, le parole non dette che ancora premono per uscire, le cose non fatte, i baci non dati.
Ma non ne parlerò più (credo [spero] …ne voglio parlare [si].. non lo so… {sei già uscito di testa [lo so (no)] sei andato } lasciami stare {fai come credi} [non ne voglio sapere {sai già tutto, di che ti illudi?} vai via da qui!]) di tutto ciò.
Camminiamo verso avanti…. si ma dove {tanto stai scivolando, avanti tutta verso il basso}?
Non parlerò più.

Scusami ancora, per tutto.
Per questo.
Per non essere capace di tenermi dentro il male.
Per amarti.
Per odiarmi.

Chissà perchè poi tutto si è chiuso con questo brano, con questo testo


Conferenze

Sono disponibile per l'organizzazione di conferenze su Uso consapevole delle tecnologie, e su Come riconoscere le Fake News, o altri temi analoghi. Potete contattarmi attraverso i miei contatti su questo sito. Le conferenze possono essere declinate per formazione per adolescenti, formazione per genitori o formazione per insegnanti. Potete visitare l'apposita pagina Conferenze e Corsi per maggiori informazioni.

2 thoughts on “Non ce la posso fare.

  1. da come scrivi immagino come sia andata… e mi dispiace.
    Spero che di quello che c’era da prendere tu abbia preso tutto.
    Poi alla fine io ti dico una cosa: che stare da solo con te non dev’essere male perchè mi sembri una bella persona.
    Vivi intensamente, anche quel che non è buono, anche quello che fa male…
    C’è un sottile piacere anche il questo se vuoi!
    Ti abbraccio

  2. Di quello che potevo prendere ho preso…. quello che ho potuto.
    C’è ancora tanto, tanto, tanto, troppo.
    Però ho dato tutto quello che potevo, questo sì.
    Probabilmente di più di quel che potevo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll Up

Questo sito usa cookies per fornirti la migliore esperienza. Se sei d'accordo clicca sul tasto 'Accetta cookies', altrimenti controlla la privacy cookies policy e scegli nel dettaglio.

Impostazioni Cookie

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire su questo sito Web. Fai clic sul pulsante "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.

FunctionalOur website uses functional cookies. These cookies are necessary to let our website work.

AnalyticalOur website uses analytical cookies to make it possible to analyze our website and optimize for the purpose of a.o. the usability.

Social mediaOur website places social media cookies to show you 3rd party content like YouTube and FaceBook. These cookies may track your personal data.

AdvertisingOur website places advertising cookies to show you 3rd party advertisements based on your interests. These cookies may track your personal data.

OtherOur website places 3rd party cookies from other 3rd party services which aren't Analytical, Social media or Advertising.