Staipa’s Blog

Esercizi di stile, poesie o urla.

In viaggio sul cammino di Santiago: Giorno 15

Da Hontanas a Boadilla Del Camino

Quando uno scienziato importante ma anziano afferma che qualcosa è possibile, ha quasi sempre ragione. Quando dice di qualcosa che è impossibile, con ogni probabilità si sta sbagliando. L’unico modo per scoprire i limiti del possibile sta nell’andare un po’ oltre e avventurarsi nell’impossibile. Ogni tecnologia abbastanza progredita è indistinguibile dalla magia.
—Michio Kaku—

Ieri sera abbiamo conosciuto Sean Connery. Travestito da “se stesso a sessant’anni che interpreta uno spagnolo” ma sono sicuro che fosse lui, nessun umano potrebbe camminare a quella velocità ma i marchingegni di James Bond possono aiutarti. Abbiamo conosciuto anche una coppia di Hostess e Steward di volo Ryanair, per fortuna questa volta nessuno ci ha perso bagagli. In fine abbiamo conosciuto il ragazzo con le crocs. A dire il vero indossava ancora degli scarponi ma i suoi piedi erano zeppi di vesciche, prontamente curate dal figlio di Shean Connery, che però non era né Indiana Jones né Harrison Ford. La notte è stata stupenda, abbiamo dormito come se la notte prima non avessimo dormito e al risveglio il ragazzo si era trasformato nel ragazzo con le crocs. Tutti gli hanno ovviamente sconsigliato di proseguire con quelle calzature, sarebbe contro ogni senso, contro ogni sicurezza, contro ogni… e invece no lui ci crede davvero.

La tappa è stata lunga, sassi, tanti sassi. Niobe ha pure delirato chiedendo “sento tanta fatica, stiamo andando in salita?” Non ho risposto ma risponderò a voi: sì, eravamo in salita.

I paesaggi delle Mesetas sono stupendi, colori, gradazioni di verde, di giallo, il cielo azzurro. Ci avevano detto fossero noiose ma difficilmente ho visto paesaggi così belli. L’unico problema, quello più grave è che le distanze sembrano tutte minori. Vedi un paese che sembra a portata di pochi minuti di strada e lo raggiungi un ora dopo. Qui forse il mondo è andato avanti, chissà. La cosa certa è che il ragazzi con le crocs ha percorso la stessa strada e ci è arrivato con i piedi ancora attaccati. Oltre l’impossibile. Oltre la magia.

Ora siamo in un piccolo ma accogliente ostello in cui la birra costa meno del caffè, non so quanto resterò sveglio.

Disclaimer

Tutto ciò che leggi qui dentro è una libera rielaborazioni di vissuti, sogni e immaginati. Non rispecchia necessariamente la mia realtà. Se chi legge presume di interpretare la mia vera persona sbaglia. Se chi legge presume che tutto sia inventato sbaglia parimenti. Se tu che leggi mi conosci, leggimi come leggeresti uno scrittore sconosciuto e non chiederti altro di diverso di ciò che chiederesti di questo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scroll Up