Set 042018
 

Il piede umano è un’opera d’arte e un capolavoro di ingegneria.
-Michelangelo Buonarroti-

Io aggiungerei che se i miei piedi potessero parlare sarebbe meglio stessero zitti. Il tema del giorno è stato senz’altro quello dei piedi.

Abbiamo iniziato ieri sera con una uscita romantica con sandali e calzini. Non avrei mai creduto di farlo, ma dopo secondi e secondi di estreme valutazioni abbiamo compreso che piuttosto di uscire con gli scarponi…

A proposito di scarponi quelli di Niobe sono implosi. Niente di grave eh? Piedi a parte.

Piccola nota pittoresca per non seguire troppo pedissequamente il tema dell’articolo: ad un chiosco raccoglievano indumenti intimi usati dai pellegrini promettendo in cambio di trovare marito o moglie. Io ovviamente non ho lasciato nulla. Niobe ha usato come scusa l’averne troppo pochi per sacrificarne.

Infine 21,5 km dopo, il fiume, un ponte, acqua fredda per piedi infiammato, e una birretta per lo spirito.

Tappa stupenda, grandi panorami, tanti sguardi visti e rivisti, felici, stanchi, tanto quasi da conoscersi. Sarà bello incontrarli ancora.

Nota storica: Saint Jean Pie De Port credo che si chiami così perché storicamente al ritorno dal cammino la gente diceva “Bello il cammino, eh? Piedi a parte…”



Tutto ciò che leggi qui dentro è una libera rielaborazioni di vissuti, sogni e immaginati. Non rispecchia necessariamente la mia realtà. Se chi legge presume di interpretare la mia vera persona sbaglia. Se chi legge presume che tutto sia inventato sbaglia parimenti. Se tu che leggi mi conosci, leggimi come leggeresti uno scrittore sconosciuto e non chiederti altro di diverso di ciò che chiederesti di questo.

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© Staipa's Blog: esercizi di stile, poesia o urla. Privacy Policy Grafica sviluppata da Marika Petrizzelli
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: