Staipa’s Blog

Il Blog di Stefano Giolo

Rottomi le balle dell'inaffidabilità del mondo ho deciso di rimettermi a studiare.

Tempo di lettura 3 minuti

Ultimamente mi capita sempre più spesso di leggere articoli di giornale pseudo scientifici ricchi di castronerie antiscientifiche, mi capita di leggere di prodotti assurdi come la washball, il braccialetto power balance, le scie chimiche e altre amenità del genere.
Mi sono imbattuto pure in cose più pratica è più incidenti con la mia vita come gli anticalcare magnetici, su cui prima di comprare un prodotto ho deciso di informarmi sulla reale possibilità che esso funzioni e come autorevole risposta di un professore di chimica all’università di Bari ho avuto come risposta la non riproducibilità per via sperimentale del fenomeno, ossia l’attuale impossibilità di dare una risposta certa sull’effettivo funzionamento (la spiegazione è più complessa ma tralascerò, il riassunto è che non esiste un esperimento di laboratorio che dimostri che il prodotto funzioni al di là di ogni dubbio).
Ora mi imbatto negli anticalcare a polifosfati che credo funzionino (con molti limiti e modificando, non togliendo il calcare) ma di cui non ho ancora trovato spiegazione sufficientemente convincente (attendo ovviamente il responso del solito professore di chimica).
Recentemente l’Italia ha fatto una votazione contro il nucleare, ma quanti italiani sanno DAVVERO come funziona una centrale nucleare e come funzionano le cosiddette “energie alternative”, quali effetti di inquinamento e impatto ambientale abbiano sistemi come il solare in fase di smaltimento, quale sia la durata nel tempo di un pannello prima che venga smaltito, i costi per l’ambiente in fase di produzione… semplicemente in genere l’italiano medio vota sulla fiducia, su quel che dice un politico con le sue convincenti parole, un politico che spesso sa meno di scienza di quanto sappia il votante e che parla con demagogia e non con cultura.
Oppure capita che si parli di terremoti, di carburanti alternativi, di auto a idrogeno che inquinerebbero meno delle attuali, possibili meteoriti che si schianteranno sulla terra, vortici spaziotemporali che dimostrano le teorie della relatività di Eisntein e la possibilità di viaggiare nel tempo quando invece Einstein nelle teorie della relatività dimostra l’impossibilità di farlo, la presenza di un portale spaziotemporale in antartide, e incredibili altre mirabolanti novità.

Beh ecco, di tutte queste cose data la mia formazione scientifica posso farmi idee piuttosto precise sul fatto che siano castronerie che non stanno ne in cielo ne in terra, anche se evidentemente tanti italiani se le bevono bellamente, e io non sopporto l’idea di rischiare di bermi determinate cose, di comprare determinati prodotti fraudolenti, di farmi prendere per il naso.
Un tempo ero forte in fisica, ero più forte nelle materie matematiche, ero fortissimo in chimica, di questo vivo ancora di rendita, per averle capite bene ai tempi della scuola e dell’università, tuttavia nonostante questo comincio a perdere colpi, a non sapermi dare spiegazione di alcuni fenomeni, a non saper più dare alcune spiegazioni dettagliate con dimostrazioni di quanto sostento e questo mi fa sentire ignorante.

Bene, ho deciso che ricomincerò a studiare, a partire dal libro di fisica dell’università, per poi passare a chimica, e allargarmi sempre più.
Credo sia meglio sapersi spiegare le cose che farsele spiegare da qualcuno che potrebbe dire castronerie.
Se potessi eviterei anche i medici (come chi mi conosce ben sa) se non fosse ormai un po’ tardi per mettermi a studiar la medicina, ma si fa quel che si può.

Il problema grave, il problema che tutto questo mio ragionamento mi fa avere è sui ragazzi che a scuola non hanno voglia di studiare e non si rendono conto che non sempre basta l’intelligenza per discriminare tra la realtà e le bufale, tra chi ci vuol dire la verità e chi ci vuol vendere fumo, perché noi abbiamo l’intelligenza loro spesso hanno sia l’intelligenza che la cultura per rendersi credibili.

E cosi si. Ho deciso di tornare a studiare, sapere. La scienza, e la storia, e chissà, forse pian piano tornerò a studiare la letteratura, e la filosofia, magari partendo da quella che ha portato alla costruzione della matematica, e della scienza così da chiudere il cerchio.
Conoscere.


Conferenze

Sono disponibile per l'organizzazione di conferenze su Uso consapevole delle tecnologie, e su Come riconoscere le Fake News, o altri temi analoghi. Potete contattarmi attraverso i miei contatti su questo sito. Le conferenze possono essere declinate per formazione per adolescenti, formazione per genitori o formazione per insegnanti. Potete visitare l'apposita pagina Conferenze e Corsi per maggiori informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.