Staipa’s Blog

Il Blog di Stefano Giolo

Compleanno di Dracula Opera Rock

Domenica sono stato al “Compleanno di Dracula Opera Rock”, una specie di raduno tra amici legati dalla passione per il musical, e in particolare per questo musical.
Questo è il resoconto che ho scritto sul forum di Dracula:

La mia giornata è iniziata in modo pessimo….
alle 4 e mezzo mi suona la sveglia, ero sveglio da circa un’ora. Nausea a mille, stavo malissimo. La sera prima non avevo fatto niente di particolare, tranne guardare san Remo (che sia stato quello?). Urge una decisione: stare a casa all’ultimo momento o stoicamente alzarmi dal letto e prendere quel treno?! Rifletto, penso a …emm…. si penso a Sabrina che alla fine era la persona che fra tutte volevo più vedere e mi dico “mi passerà” non mi ammalo da anni possibile che mi ammali oggi?
Mi alzo… mi preparo un bel te’ caldo, i biscottini… poi vuoto il te’ nel lavandino e mi vesto.
Prendo la macchina e arrivo in stazione “Il treno per Roma è in partenza dal binario 9” corro corro corro, arrivo sul treno. Prima classe. Fortuna che ho il biglietto gratis così me ne sto lì tranquillo e comodo e nessuno mi rompe.
Mi siedo, ah… finalmente… la nausea non passa…. non c’è molto caldo.
Passa mezzora. Non c’è affatto caldo. C’è l’aria condizionata accesa. Fredda.
La luna piena mi osserva dal finestrino, c’è ancora buio. Pian piano la nausea comincia a passare (Bastarda! Ho vinto anche sta volta!), il sole spunta dal lato opposto a quello della luna, il cielo si tinge di rosso ed io nel frattempo scrivo. Scrivo ciò che provo, ciò che vedo, tra le righe ciò che sogno.
Il freddo non se ne va.
Alle 7 e mezzo Ildabella mi scrive, ci mettiamo d’accordo che suo marito mi darà un passaggio. Santa donna. Gentilissima.
Sono in viaggio da qualche ora, ormai sono le nove del mattino, ho visto una donna pazza girare per il treno, la luna scendere, il sole salire, la nebbia aprirsi e cedere al sole, una donna innamorata al telefono col suo amore.
Sono le undici e pochi minuti, arrivo a Roma. Prendo la metro.
Il cellulare nella metro di Roma non prende, in quella di Budapest si.
Arrivo alla fermata, chiamo il marito di Ilda al telefono e dopo qualche tentennamento riusciamo a trovarci.
Simpatico, mi ricorda un sacco Carlo Verdone. Gran personaggio, mi ha fatto sentire molto a mio agio! Con lui c’è anche Roby88.
Arriviamo al locale.

Imbarazzo.

Non conosco nessuno.
Nessuno mi rivolge la parola.

Imbarazzo.

Dopo qualche minuto sto già parlando con un po’ di gente e comincio a sentirmi meno un pesce fuor d’acqua.
Ma… Sabrina dov’è?!
Ci sediamo ai tavoli, chiacchero un po’ timidamente poi finalmente entra Sabrina! Wow!

Dopo qualche minuto arriva Vittorio, mi è piaciuto incontrarlo. Entra e saluta tutti, uno ad uno. Viene anche da me, e si presenta…. cioè.. Vittorio che dice “piacere Vittorio”. Non è da tutti quando si è famosi e si arriva in un posto dove tutti aspettano te. Già qua capisco che è un grande.
Poco dopo arriva Davide e mi dico “…dai… devo andare a salutarlo dopo la discussioncina che abbiamo avuto, e anche Baldo devo salutarlo” e così sono andato a salutare entrambi, persone simpatiche, Davide molto dolce.
Da quel momento il resto è già più o meno documentato, la festa è stata molto bella, un ottima organizzazione, un bel clima di unione, mitico Vittorio che ha fatto cabaret raccontandoci aneddoti.
Mi sono emozionato sentendo alcuni brani e sono stato ispirato a scrivere qualche riga di emozione.
Mi sono sentito davvero bene.
Alla fine poi Ilda e consorte mi hanno portato a casa loro in attesa del treno (che era alle 21.55 ma ero convinto fosse alle 22.55) e mi hanno fatto stare davvero bene.
Li abbraccio entrambi con tanto tanto affetto!
Poi mi hanno portato in stazione e magicamente ho scoperto che non c’era nessun treno per Verona.
Ho smanettato sulle macchinette per i biglietti le quali mi hanno consigliato di prendere un treno, andare a Venezia e da Venezia prenderne un altro e andare a Verona. Ma siam pazzi!? Un treno che va a Venezia passa per forza da Bologna e da Padova, molto più vicine a Verona! Possibile che non ci siano treni a Bologna e a Padova!? Infatti c’erano. Mai fidarsi dei marchingegni elettronici e informatici (notare che io sono un informatico) meglio farsi le cose a mano….
Durante la notte una cascata mi ha invaso il cuore e la mente, o sfoderato la mia fida penna, aperto il mio vecchio quaderno degli appunti ed ho scritto, scritto, scritto con una foga che non avevo da mesi, forse da più di un anno. Ho scritto parole su parole, ho scritto righe su righe, versi su versi. Una cascata incontenibile di sensazioni di istanti, di sogni.
Ho scritto davvero tanto. Ho scritto al buio per non disturbare chi dormiva, ma ho scritto è questa per me è stata una conquista.
Poi il viaggio è continuato tranquillamente e così alle sei… dopo ventisei ore da quando mi sono svegliato nauseante, mi sono infilato sotto le coperte, tutto emozionato e pieno di ricordi e di emozioni col cuore colmo di parole e di sentimenti.
Lo rifarei.
Lo rifarei ancora mille e mille volte.

Prossimamente (forse) qualche filmato e (forse) qualche foto della giornata.

Disclaimer

Tutto ciò che leggi qui dentro è una libera rielaborazioni di vissuti, sogni e immaginati. Non rispecchia necessariamente la mia realtà. Se chi legge presume di interpretare la mia vera persona sbaglia. Se chi legge presume che tutto sia inventato sbaglia parimenti. Se tu che leggi mi conosci, leggimi come leggeresti uno scrittore sconosciuto e non chiederti altro di diverso di ciò che chiederesti di questo.

6 thoughts on “Compleanno di Dracula Opera Rock

  1. Si, parecchio, è un gran bel personaggione, e ha anche un’ottima cultura musicale e tecnico musicale. Ilda mi ha fatto anche ascoltare qualche CD di Vittorio e quando canta non da Musical è ancora più un piacere sentirlo.

    Perché non vai a conoscerlo il 15?!? Pirluna!

  2. Quindi oltre alla splendida voce, le doti attoriali, la capacità di movimento e la faccia da schiaffi (quella che ci vuole…) il sig. Matteucci è anche simpatico?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll Up

Questo sito usa cookies per fornirti la migliore esperienza. Se sei d'accordo clicca sul tasto 'Accetta cookies', altrimenti controlla la privacy cookies policy e scegli nel dettaglio.