Staipa’s Blog

Il Blog di Stefano Giolo

La danza dell’essere infiniti

Sono passate alcune notti da che ti ho sognata, ma resta indelebile la sensazione mentre sfumano i ricordi come fumo nel vento.
Ricordo d’essermi svegliato immerso nella sensazione d’infatuazione con cui nella più piena adolescenza ci si innamora la prima volta, ricordo di essermi svegliato stupito dal sogno stupendo e perfettamente coerente appena fatto.
Volevo alzarmi dal letto e scriverlo per filo e per segno, con il suo inizio, lo svolgimento e la fine perfetta come mai avrebbe potuto essere una storia ragionata a tavolino, rimasi a letto a cullarmi del tuo ricordo inaspettato proveniente da non so quale recesso della mia mente.
Al mattino non ricordavo più nulla. Non ricordavo neppure di averti sognata, ma provavo quella sensazione di dolce inquietudine che si prova poco prima o poco dopo di un bell’incontro.
Sono andato a lavoro pensandoti, pensando perché ti pensavo, e poi d’un tratto il ricordo di quel sogno.

Continua a leggere

Perdersi in uno sguardo

Fui illuminato all’improvviso dalla potenza della luce, come se il cielo aperto in un istante in uno squarcio avesse mostrato come il sole fosse invece che una palla un gigantesco universo che prima guardasse dallo spioncino convinto di non essere visto.
Nel cielo stormi di migliaia di storni volavano nel cielo terso e azzurro.
Non c’è nulla di più simile alle mani di una donna che danza musiche orientali per descrivere il movimento nel cielo di quei gruppi, quegli ammassi di piccoli corpi volanti che scendono, salgono come uno solo cambiando forme di istante in istante in modo continuo, in alto verso il cielo ed in basso tanto da sentirne lo spostamento d’aria, tanto da sentire l’odore delle piume e del grasso pronto per il freddo invernale.
D’improvviso vedere il bosco, nel bosco, attraverso il bosco.

Continua a leggere

Pensiero

Pensiero
03-04/08/2009

Il pensiero di non pensarti mi porta a pensare ciò che non penserei:

C’è un pezzettino di me che è rimasto in te e quando ti penso canta
Ed io lo ascolto cantare.
E lui canta fiabe stupende.

C’è un pezzettino di me che è rimasto in te e quando vedo quei colori danza
Ed io lo guardo danzare.
E lui danza per te.

C’è un pezzettino di me che è rimasto in te e quando sento dei profumi canta
Ed io lo ascolto cantare.
E lui racconta di te.

Continua a leggere

Frutto

Frutto
(11/05/09)

Entra la brezza dalla finestra di camera mia,
brezza primaverile che scivola sulla mia pelle
sui miei pensieri
sulle mie ferite

Ed io resto qui nel silenzio
avvolto
nel suono di una chitarra classica e di un flauto
alla luce di una candela che danza.

Resto qui.

Resto a chiedermi cosa sia giusto e cosa no
a chiedermi che cosa ci sia dentro me.

Come un frutto,
come una pesca da aprire
con uno schiocco vorrei sapere cosa c’è nel nocciolo.
Dentro me
dentro me.
Nel profondo sotto la dolcezza
nel profondo sotto l’essenza stessa.

Per scoprirlo, per raggiungere il nocciolo
per raggiungere il dentro però vorrei vivere
vivere tutto ciò che c’è attorno

e non importa cosa troverò

non importa cosa c’è dentro perché avrò vissuto il gusto
avrò vissuto profumi inebrianti
avrò vissuto i colori

avrò vissuto.

Entra la brezza dalla finestra della mia camera,
brezza primaverile che mi carezza la pelle
i pensieri
le ferite

Ed resto qui nel silenzio
avvolto
nel suono di chitarra classica e di flauto
nella luce di una candela danzante.

Continua a leggere

Vacanze in montagna 2006

Domani ultimo giorno lavorativo e poi… tre giorni di vacanza!!! Albergo a tre stelle, piscina, idromassaggio, sauna, ovviamente colazione immensa alla tedesca che ti fai anche i panini per il pranzo, cena abbondante più contorni e varie a buffet, tre skipass giornalieri, due skipass notturni…. dove? Ad Alleghe con tanti amici! E… soprattutto a quanti soldi? 125 euro!!!! Tutto compresoooo!!!!
Non vedo l’ora!! Peccato che c’è solo una piccola piccola variabile…. la neve.
Ci sarà neve? Dicono di si, ma gli impianti sono ancora chiusi.. lo scorso anno ci sono andato che avevo la morosa in crisi (che è rimasta giù) e mi ha lasciato al ritorno…. speriamo che la montagna restituisca ciò che toglie come dicono che faccia il mare.. ma ho qualche dubbio.
Dai facciamo tutti insieme la danza della neve!

Continua a leggere