Staipa’s Blog

Il Blog di Stefano Giolo

Complottismo e Anticomplottismo

Negli ultimi anni, l’espansione di Internet e la conseguente accelerazione e popolarizzazione dell’informazione ha cambiato il nostro mondo in diversi modi.

Umberto Eco aveva riassunto in una maniera quantomai efficace quanto stava accadendo, era il 10 giugno 2015 durante l’incontro con i giornalisti in occasione della laurea honoris causa in Comunicazione e cultura dei media conferitagli dall’Università di Torino, parlava di Twitter ma in generale dei social media

…dà diritto di parola a legioni di imbecilli, i quali prima parlavano solo al bar dopo due o tre bicchieri di rosso e quindi non danneggiavano la società. […] Sono della gente che di solito veniva messa a tacere dai compagni […] e che adesso invece ha lo stesso diritto di parola di un premio Nobel. […] Credo che dopo un poco si crei una sindrome di scetticismo, la gente non crederà più a quello che gli dice Twitter.



Continua a leggere
Una rivoluzione immaginaria

Una rivoluzione immaginaria

Riflettevo su questa cosa ancora anni fa, avevo un età in cui ci si sente destinati a cambiare il mondo, in cui ci si sente di poter essere “la persona diversa”, quella intelligente, quella che può fare la differenza. Mi guardavo attorno e pensavo a come generazioni di giovani abbiano nel tempo cambiato o quantomeno provato a cambiare il mondo. Penso alle generazioni che negli anni 70 hanno creato fermenti che anche in una nazione piccola come l’Italia hanno cambiato l’istruzione, lasciamo perdere se nel meglio o nel peggio, al fermento artistico che univa poesia a musica a pittura a performance artistiche, alle comuni in cui musicisti di estrazioni diverse contribuivano a vicenda a creare opere di altri senza pensare ai guadagni, tornando indietro alle generazioni che hanno combattuto per la patria con o senza fucile in mano, quelli che hanno contribuito alle ricostruzioni.

Continua a leggere

Bologna

Bologna
25/05/2004
(Da “Contrapposizioni” Stefano Giolo, Edizioni Il Filo)

È ancora fermo a quell’ora
l’orologio della stazione.
Quando la gente saliva sul proprio sogno,
per un viaggio che non era l’ultimo
né il più bello forse,
ma era il loro,
la vita.
Persone immerse nella routine,
tristi, §
felici,
amanti,
piccoli infanti.
Ed ora sono un ora,
una crepa in un muro
coperte da torri lontane
da persone non nostre che ci fanno pensare più che loro.

Continua a leggere

Come cercare un informazione corretta e non di parte.

A volte, sempre più spesso a dire il vero oramai, mi guardo intorno leggendo le notizie sui giornali, e provo ribrezzo.
Interessandomi ai Misteri della scienza (i misteri, bada bene, non i Mysteri dei sognatori di  assurdità che vedono incredibili misteri in foto a bassissima definizione scambiando artefatti grafici con costruzioni ciclopiche e occhi rettiliani).
Guardo i media e vedo quanto sia stupido cercare complotti di cose come “il nuovo ordine mondiale”, i rettiliani appunto, il controllo delle nostre menti da parte di incredibili (e improbabili se viste con un occhio un minimo scientifico) tecnologie, o chissà quali forze.
Più ci penso più penso che siano proprio queste teorie complottistiche ad essere una distrazione dalla realtà.
Dal “complotto” che ci gira attorno tutti i giorni, ogni giorno.

Continua a leggere

11 Settembre 2001 – Inganno Globale

“11 Settembre 2001 – Inganno Globale” è il primo film italiano sugli attentati che da cinque anni a questa parte hanno cambiato il corso della storia.

Anche se la notizia è ancora ufficiosa (la conferenza stampa sarà il 27.7), “Inganno Globale” sarà presentato al Festival di Venezia, la prima settimana di Settembre.*

Non esiste il “complottismo”, esistono solo delle risposte poco chiare da parte dei governi. Noi vogliamo soltanto chiarezza.

Finché ci è permesso di vederlo credo sia cosa buona diffonderlo.

Il film è scaricabile liberamente via bittorrent cliccando QUI. Per chi non conoscesse bittorrent  hanno preparato una dettagliata guida. E’ disponibile anche il download HTTP presso un mirror QUI. Sono circa 600 Mb in formato xvid, che si possono liberamente riprodurre e distribuire su un normale CD-Rom, purchè non a scopo di lucro.

Continua a leggere

Altra pagina nera nella storia dell'Umanità

BUSHEbbene ce l’hai fatta mio caro amico George (non quello di tarzan, ma più o meno). Hai vendicato tuo padre, hai ripreso il dominio del mondo petrolifero, hai fatto girare l’economia delle tue industrie di Armi, hai regalato ai giovani americani un nuovo sogno americano, hai imposto la tua democrazia ed ora finalmente hai cancellato le tracce.
Sei sempre il migliore, ce ne vorrebbero altri come te.
Ci si dimentica sempre come Saddam sia stato messo su dall’America prima di ribellarsi ma sono dettagli.
i
s
o
g
n
a
u
c
c
i
d
e
r
e
a
d
d
a
m
u
s
s
e
i
n

Personalmente i conti a me non tornano più che tanto. Possibile che una  persona del livello di Saddam che è riuscito a creare un tale impero (seppure con la forza) e a mantenerlo in piedi nonostante tutto, a portare sviluppo eccetera nella propria nazione fosse così stupido da lasciar credere agli americani di avere armi di distruzione di massa fino a lasciarsi radere al suolo tutto senza neppure difendersi (dato che non ne aveva i mezzi) e scappando come un coniglio?

Continua a leggere

Scroll Up

Questo sito usa cookies per fornirti la migliore esperienza. Se sei d'accordo clicca sul tasto 'Accetta cookies', altrimenti controlla la privacy cookies policy e scegli nel dettaglio.